Lugano e dintorni

Numero 4/2017

Dal 22 al 24 di Settembre Fiera del fumetto Lugano 2017, anno settimo

Giorgio Passera

È tutta una questione di atmosfera, di ambiente. Gli autori vengono a Lugano non certo per motivi commerciali ma perché si trovano bene, perché possono discutere tra di loro, amichevolmente, magari al grotto, in un ambiente rilassato e piacevole. E magari anche a casa mia, accolti da mia moglie Caprice e dai suoi pranzetti prelibati, senza dimenticare l’aiuto che ricevo dai miei figli Valentina ed Oliviero, che si occupano di accogliere gli ospiti e di far loro conoscere la città. Nella Svizzera italiana gli artisti, le persone famose, gli sportivi di fama mondiale vengono lasciati tranquilli. Ecco: durante la nostra Fiera l’autore viene rispettato, viene messo al centro dell’attenzione e quindi valorizzato.

Ho tentato di riassumere così il pensiero di Fabio Baudino che da sette anni dirige una manifestazione che fa registrare un successo crescente e che ha assunto, con il tempo, credibilità e autorevolezza nel campo della fumettistica, un settore che Hugo Pratt non esitava a definire “la nona arte”. Un evento che si svolgerà tra il 22 ed il 24 settembre prossimi e che ospiterà personaggi di primissimo piano e che proporrà una serie di eventi (apparentemente) collaterali e che contribuiranno a rendere ancora più corposa e attraente questa fiera delle “nuvole parlanti” (sono sempre parole di Pratt). Fabio Baudino, da qualche anno con l’aiuto del figlio Luca, è il vero motore di questo evento, e con passione ed entusiasmo riesce a convincere personaggi a volte restii a proporsi al pubblico, grazie ad un lavoro serio, lontano da riflettori e lustrini, un impegno che si concentra sugli autori e sulla qualità dei loro prodotti. Anche quest’anno appassionati e curiosi, oltre a seguire seminari e conferenze, potranno visitare gli stand allestiti all’interno del Palazzo dei Congressi, spazi che offriranno molto materiale da guardare ma anche da acquistare: fumetti, manga, comics, tavole originali e altro ancora. Senza dimenticare un importantissimo dettaglio: l’opportunità di avvicinare gli autori, fare quattro chiacchere con loro, farsi dare un autografo, scattare qualche foto, in un clima disteso, lontano da certi momenti di isteria che caratterizzano simili manifestazioni del genere di ben altre dimensioni. Ospite d’eccezione quest’anno Milo Manara, probabilmente il fumettista più conosciuto ed apprezzato in Italia e non solo. Un autore che mescola sensualità ed arte raffinata e che in passato si era distinto, tra l’altro, per alcune locandine di film di Fellini.

L’edizione 2017 della fiera offrirà al suo pubblico una vera e propria perla, una pubblicazione che, ne siamo certi, diverrà in breve tempo un oggetto da collezione. Si tratta di un albo disegnato da Silvia Ziche, conosciuta per i suoi disegni su Linus, Smemoranda, Cuore e Comix e soprattutto il classico Topolino. Una pubblicazione i cui testi sono curati da Tito Faraci, conosciutissimo sceneggiatore di fumetti. La copertina piacerà tantissimo soprattutto ai luganesi per quell’accostamento tra Diabolik, protagonista dell’edizione 2017 della fiera, Eva Kant, la sua Jaguar E ed il golfo con sullo sfondo il San Salvatore, il tutto inondato dalla luce di una spettacolare luna piena. È opera di Claudio Villa, altra celebrità che per la quinta volta torna in città per ribadire la sua fedeltà ad un avvenimento al quale è particolarmente legato. Tra gli ospiti dell’evento vale la pena di ricordare Silver, il padre di Lupo Alberto, Alfredo Castelli, creatore di Martin Mystère, Paolo Bacilieri, autore del fumetto underground Palla. Tra i ritorni importanti citiamo Altan papà di Pimpa (di cui si contano ormai 1000 numeri), Tanino Liberatore, che ha disegnato il manifesto della manifestazione di quest’anno. Altri nomi in cartellone: Giuseppe Montanari, Giuseppe Palumbo, Roberto Rinaldi. Dicevamo degli eventi (apparentemente) collaterali: eccoli. Una mostra multimediale alla Gipsoteca Giudici dedicata a Pablo Escobar, personaggio esagerato, bandito e criminale, ma anche padre premuroso e mecenate. Uno spazio gestito dall’associazione Giochi in tavola, che si propone di riportare alla luce i buoni, vecchi giochi di società (dal Monopoly alla Dama, al Gioco dell’oca), quelli che non usano l’elettricità, tanto per intenderci. Elettricità che invece sarà alla base di Tutto Slot, una spettacolare pista di Slotcars, bolidi in miniatura che riproporranno lo spirito delle più recenti edizioni della classica 24 Ore di Le Mans. Durante la Fiera sarà possibile partecipare alle competizioni e capire se abbiamo la stoffa del pilota. Abbiamo poi altre due competizioni: il Trofeo scacchistico Juniores, giunto alla sua quarta edizione, riservato ai giovani di età inferiore ai 16 anni. Da ultimo lo spettacolare Trofeo Nintendo ad eliminazione diretta con Mario Kart 8 Deluxe. Un massimo di 64 concorrenti si sfideranno tra sabato e domenica per aggiudicarsi una console Nintendo Switch con una copia del gioco. Venerdì 22 sono previsti alcuni incontri di studio, di approfondimento e di lavoro per le scuole medie e superiori del Cantone a cui si sono iscritte ben 14 classi.

Dizionarietto

Comic

Vocabolo inglese, accorciamento di comic strip, striscia comica, espressione coniata nel 1953. Sta per racconto a fumetti.

 

Fumetto

Diminutivo di fumo, perché le parole sono racchiuse in nuvolette di fumo; il sostantivo è entrato in italiano nel 1942. Piccolo disegno generalmente a forma di nuvoletta che pare uscire dalla bocca dei personaggi di vignette o di racconti illustrati e ne racchiude le battute. Anche racconto o romanzo realizzato mediante tali disegni oppure giornaletto che contiene questi racconti o romanzi.

 

Manga

Termine giapponese formato da due ideogrammi (man, “immagine” e ga, “satireggiante”) coniato nel 1814 dal pittore Hokusai per intitolare una sua raccolta di illustrazioni. Il suo uso è poi stato esteso alla produzione di disegni satirici e vignette da cui deriva il moderno fumetto giapponese a partire dal secondo dopoguerra e, dagli anni ’80, il cinema di animazione.

Striscia

Vocabolo di origine onomatopeica, traduzione dell'inglese comic strips, cioè strisce comiche o d'avventura, fumetti. Si usa anche per breve storia o episodio a fumetti formata da una serie di vignette affiancate su una sola linea.