I protagonisti della nostra terra

ARNER BANK: NEL 2016 FORTE CRESCITA DELLA MASSA AMMINISTRATA E DEL PRIVATE BANKING IN TUTTI I COMPARTI

Arner Bank ha chiuso il 2016 con masse amministrate cresciute a oltre 1'100 milioni di Franchi che sono quindi sostanzialmente raddoppiate. L’utile netto, gravato dai costi dell’importante ristrutturazione in corso, è di 92'735 CHF. Questo risultato, conseguito grazie alla solidità dei mezzi propri e alla prudenza della gestione, opportuna in un clima finanziario complesso e nel quadro di uno scenario globale piuttosto incerto, consente all’Istituto di operare nell’anno in corso verso un ulteriore, più marcato sviluppo.

Arner Bank, guidata dai ticinesi Patrick Coggi, CEO, e Francesco Fierli, CFO, sta mettendo in atto importanti investimenti a Lugano, soprattutto a livello del personale e delle nuove tecnologie. Come primo passo, Arner dispone ora di un e-banking completo e moderno grazie al quale i clienti potranno in futuro beneficiare anche di un modello di consulenza ibrido (personale o digitale) con l'impiego delle più moderne tecnologie, calibrato sulle specifiche esigenze e obiettivi dei clienti in modo flessibile.

Questi strumenti favoriscono un forte sviluppo nei tre principali ambiti strategici della Banca: il “Private Banking” senza limiti patrimoniali rivolto alla clientela “core-affluent”, i servizi più personalizzati per la clientela “high net worth” e il supporto ai gestori indipendenti in Svizzera e all’estero.

In positiva controtendenza rispetto alla piazza finanziaria, sono state effettuate varie assunzioni di personale a Lugano e Zurigo, che comprendono anche nuovi team di consulenti esperti. È stata infine rinnovata la compagine degli azionisti con l’uscita di Nicola Bravetti e si è insediato un nuovo Consiglio d’Amministrazione composto da Giuseppe Benelli, Presidente, Gabriele Gandolfi Vice-Presidente, Roland Müller-Ineichen, Giovanni Giacomo Schraemli e Juerg Sturzenegger, Consiglieri.

Patrick Coggi, ha dichiarato che “La Svizzera vanta una cultura bancaria, valori e competenze che il mondo apprezza e ci invidia. Il nostro Cantone, a sua volta, possiede un potenziale valido e qualificato che può e deve dare ancora molto nel settore bancario e finanziario. Con un posizionamento chiaro e idee-guida strategiche limpide e forti è possibile allargare il campo d’intervento a quei mercati esteri che guardano con interesse alle banche svizzere, e consentire alla clientela locale di accedere ai valori del Private Banking, un aspetto spesso trascurato dalle grandi banche. È quanto Arner Bank sta attuando e la forte crescita che osserviamo conferma che le potenzialità per le nostre banche sono intatte”

Con l’aggiunta di Giuseppe Benelli, di origine ticinese, e del grigionese Juerg Sturzenegger, Arner Bank acquisisce competenze uniche in Ticino nel campo della consulenza finanziaria. Giuseppe Benelli è stato, infatti, Chief Investment Officer e membro di direzione generale del Gruppo Swiss Re e delle banche Vontobel e Leu. Già ricercatore in finanza a Berna e Rochester, è stato CEO di AZEK e presidente della Swiss Financial Analyst Association. Dal canto suo, Juerg Sturzenegger, già CEO di un importante Gruppo bancario internazionale, è attualmente CEO di Fisch Asset Management, gestore patrimoniale di Zurigo con oltre 9 miliardi di CHF in gestione. Le competenze di questi specialisti sono dal 2017 a disposizione dei clienti di Arner Bank che potenzia in questo modo la propria capacità di consulenza agli investimenti.

Anche l’anno appena trascorso è stato segnato dai postumi della crisi finanziaria internazionale. Arner Bank ha saputo interpretare il proprio ruolo di banca privata svizzera dinamica e indipendente, difendendo i capitali dei propri clienti grazie a una gestione oculata, e, anzi, accrescendo considerevolmente la massa amministrata. Oltre a offrire servizi di consulenza innovativi e d’eccellenza alla clientela internazionale, l’Istituto offre servizi caratterizzati dalla stessa elevata qualità del Private Banking anche a fasce più ampie di clientela, ponendo come centrale il rapporto personale con il cliente.

La responsabilità culturale di Arner Bank si esprime, tra l’altro, nel sostegno al grande concerto “Omaggio a Martha Argerich”, interpretato dalla carismatica figura di una delle maggiori pianiste sulla scena mondiale, naturalizzata svizzera e cittadina onoraria di Lugano. Un connubio, quello della musica con la Banca, che ha radici storiche lontane, quando nel 1838 Franz Liszt tenne un concerto a Casa Airoldi, la sede ottocentesca di Arner Bank sul lungolago.

Casa Airoldi s’impone come una delle architetture più notevoli nella città, completamente restaurata, in origine venne pensata come uno scrigno aperto sul lago e sulla centralissima Piazza Manzoni. Oggi, nelle sue vetrine che compongono un percorso vivace e stimolante, presenta un’ideale galleria d’arte con proposte originali e innovative come stimolo per l’approfondimento di caratteri quali ideazione, visione, progettualità, tecnica e intrapresa, spesso in collaborazione con istituzioni pubbliche e private per lo sviluppo e la divulgazione della cultura.

Arner Bank si focalizza sulla consulenza finanziaria e sull’asset management e amministra oltre 1.1 miliardi di Franchi. Originata nel 1984 come società di gestione patrimoniale divenuta poi banca nel 1994, con sede principale a Lugano, è attiva anche a Zurigo e questo consente a ciascuna sede di esprimere esperienze professionali e regionali specifiche. I servizi di Arner Bank sono erogati da specialisti formati presso le maggiori istituzioni finanziarie internazionali con il know how e l’esperienza necessari a gestire problematiche complesse. La sua offerta di prodotti e servizi completa e indipendente (open platform) si fonda primariamente sulle competenze e sull’esperienza dei propri professionisti, sulla capacità di comprendere i clienti e d’individuare le migliori soluzioni adeguate alle loro esigenze.