I protagonisti della nostra terra

Hermann Hesse e Volkmar Andreae, tavola rotonda

Sabato 6 maggio 2017, ore 17.30

Nell’ambito della mostra “Andreae – Brun – Schoeck. Hermann Hesse e i suoi amici musicisti”, inaugurata a Pasqua presso il Museo Hermann Hesse di Montagnola e che resterà aperta tutto l’anno, Silver Hesse e Marc Andreae approfondiranno in una tavola rotonda che si terrà il 6 maggio alle 17.30 a Montagnola, il tema dell’amicizia e della passione per la musica che univa i loro nonni Hermann Hesse e Volkmar Andreae.

In tedesco; entrata Fr. 15.–/Fr. 10.–

 

Volkmar Andreae, nato il 5 luglio 1879 a Berna, è stato uno degli esponenti più significativi della vita musicale zurighese del XX secolo. Studiò pianoforte e composizione al conservatorio di Colonia e trascorse un breve periodo all’Opera di corte di Monaco svolgendo l’attività di accompagnatore dei solisti. Nel 1902, Andreae si stabilì a Zurigo dove visse fi no alla morte avvenuta il 19 giugno 1962. Come compositore fu influenzato inizialmente da Richard Strauss, come direttore d’orchestra si impose in tutta Europa in quanto interprete principale di Anton Bruckner. Fu direttore ospite di orchestre prestigiose quali i Berliner Philharmoniker e i Wiener Philharmoniker. Volkmar Andreae si contraddistinse sempre per un carattere estremamente equilibrato e positivo, animato da un umorismo arguto e conciliante che lo rese fi no in tarda età una persona attiva e ottimista.

 

Volkmar Andreae e Hermann Hesse Hermann

Hesse conobbe Volkmar Andreae dopo il 1908 tramite Fritz Brun e altri comuni conoscenti di Berna e più volte, fino a buona parte degli anni Venti, fece visita a lui e alla sua famiglia nella casa di Bellariastrasse a Zurigo. Quei soggiorni rappresentavano per Hesse ambite opportunità di sfuggire al tran tran quotidiano, alla vita a Gaienhofen o a Berna: poteva trascorrere allegre serate in compagnia degli amici, partecipare alla vita culturale della città e – non di rado – assistere a uno dei concerti diretti da Andreae. Oltre che da profonda stima reciproca in quanto artisti, l’amicizia tra Hesse e Andreae era contraddistinta da grande fiducia: con il suo fare energico e concreto, per esempio, Andreae aiutò più volte Hesse a superare le sue crisi familiari.

 

Silver Hesse, nato nel 1942, figlio di Heiner Hesse e Isa Rabinovitch. Dapprima insegnante, ha rinunciato a questa attività e nel 1968 ha concluso gli studi di architettura al Politecnico di Zurigo. Dal 1970 ha collaborato con una ditta di pianificazione di Zurigo e dal 1981 ne è diventato contitolare. Ha lavorato per 40 anni, fino al 2010, in numerosi comuni quale pianificatore regionale e locale in ambito di pianificazione territoriale e sviluppo urbano. Dal 2003 è responsabile del lascito letterario di suo nonno. Oltre all’opera narrativa di Hermann Hesse, apprezza i suoi scritti autobiografici, le lettere, le recensioni letterarie e i consigli di lettura. Vicepresidente della Fondazione Hermann Hesse Montagnola. Vive e lavora a Zurigo.

 

Marc Andreae, figlio d'arte di origine italo-svizzera, ha studiato nella natale Zurigo ed in seguito a Parigi con Nadia Boulanger ed a Roma con Franco Ferrara. Nel 1966 ha vinto il concorso indetto da Rudolf Kempe e dall'Orchestra della Tonhalle di Zurigo. Dal 1969 al 1991 è stato direttore musicale dell’Orchestra della Radio Televisione della Svizzera Italiana.

Quale direttore ospite, si esibisce regolarmente in Europa, America e Giappone; dirige prestigiose orchestre quali la Gewandhaus di Lipsia, i Münchner Philharmoniker, la Philharmonische Staatsorchester Hamburg, i Bamberger Symphoniker e le Orchestre Sinfoniche delle Radio di Berlino, Amburgo, Colonia e Lipsia, i Wiener Symphoniker e la Camerata Salzburg, l'Orchestre National de France e l'Orchestre Philamonique de Radio France, la NHK e la Yomiuri di Tokyo, l'Orchestra Nazionale dell'Accademia di Santa Cecilia a Roma, la RAI di Torino, La Verdi di Milano nonché tutte le principali Orchestre Svizzere. Marc Andreae ha partecipato ai Festival di Salisburgo, Vienna, Berlino, Parigi, Lucerna, Zurigo, San Pietroburgo, Ascona, Firenze e Milano. Ha inciso oltre cinquanta DVD, CD ed LP, ottenendo, tra i tanti riconoscimenti, due Grand Prix du Disque. Ha diretto più di cento composizioni in prima esecuzione mondiale di autori del calibro di Bussotti, Feldmann, Globokar, Sciarrino e Vogel.

Nel 1999 gli è stato conferito il Premio Culturale della Banca UBS "per i suoi straordinari meriti in qualità di direttore d'orchestra" e nel 2009 è stato nominato Professore ospite per la direzione d'orchestra dall'Università Nazionale delle Arti Geidai di Tokio.