I protagonisti della nostra terra

ATM alla Notte Bianca 2017

Un gran finale sul palco principale di Piazza Grande. Parliamo dell’Accademia ticinese di musica e dei suoi festeggiamenti per il 25°, che si concluderanno il 20 maggio in occasione della Notte Bianca di Locarno. 

Dall’agosto 2016 ad oggi l’Atm ha organizzato ben 32 attività fra concerti ed avvenimenti vari. L’ultimo sarà dunque in grande stile, sarà composito e svolto in concomitanza con la notte più... sveglia dell’anno. Quel giorno infatti, grazie agli organizzatori del grande evento e alla Città, l’Atm potrà sbizzarrirsi sul grande palco allestito nel “salotto cittadino”. Lo farà proponendo un programma musicale variato e di tutto rispetto. Apriranno le danze, alle 18, i Pantas, un gruppo di musica d’assieme del maestro Alessio Berlaffa. Alle 19 andranno in scena i Goldfish del maestro Angelo Quatrale. Il genere proposto dai “pesci d’oro” è un rock melodico particolarmente orecchiabile, che non mancherà di far ballare il pubblico della Piazza Grande. Ma non è finita qui, perché i Goldfish saranno intercalati da alcune esibizioni libere da parte di allievi dell’Accademia ticinese di musica. Essi fungeranno da “aperitivo” ad un grande concerto finale che l’Atm, dalle 20, offrirà come regalo ad allievi e pubblico. Sul palco saliranno i Laralba, un gruppo di professionisti formato da  Lara Lanzi, Matteo Piazza, Boris Martinetti, Paul Robertson Donnachaidh e Oscar Trabucchi.

Intanto, prosegue a spron battuto la campagna “Amici”, lanciata per sostenere l’Accademia ticinese di musica. L’importante novità è data dal riconoscimento dell’Atm quale ente di pubblica utilità da parte del Cantone. Ciò significa che ogni sostenitore potrà dedurre l’importo donato dal reddito, indicandolo fra le liberalità previste nella dichiarazione delle imposte. L’Accademia ticinese di musica, Atm, 6600 Locarno, ha un conto corrente postale – 65-8621-5 – (Iban CH58 0900 0000 6500 86215), mentre sul sito www.atmm.ch tutte si trovano tutte le informazioni sull’associazione.

L’Atm ringrazia infine, per l’appoggio, la Fondazione Cultura nel Locarnese e l’Associazione Notte Bianca Locarno.