I protagonisti della nostra terra

Un amore di formaggio: la rassegna dal 1° al 9 aprile

Torna la rassegna “Un amore di formaggio”, la terza settimana dei formaggi ticinesi che avrà luogo dal 1° al 9 aprile. La rassegna prende il nome dal progetto “Un amore di formaggio”, voluto dal giornalista e direttore di Ticino a Tavola, Alessandro Pesce; progetto che vuole valorizzare questa gustosa eccellenza gastronomica nella ristorazione. Nel ricco giacimento di tesori agroalimentari del Canton Ticino, un posto di primo piano spetta infatti ai formaggi. Con l’obiettivo di promuovere al meglio questo patrimonio e offrire ai clienti l’occasione di compiere un viaggio gastronomico emozionante, Ticino a Tavola ha lanciato questo progetto destinato a emozionare gli appassionati con piatti gustosi e creativi.

La ventina di ristoranti iscritti, propone piatti a base di formaggi ticinesi oppure una selezione di formaggi misti, sempre prodotti in Ticino. Ecco alcuni gustosi esempi: risotto allo Zincarlin, risottino al rosso di rapa e Zincarlin, risotto spinacino e formaggella di Nante, crostone al formaggio, quattro differenti cordon bleu made in Ticino, involtini di melanzane e zucchine grigliate con un ripieno di Buscion di capra al profumo di menta servita su un letto di rucola, gnocco all'ortica su fonduta di formaggio d'alpe, insalatissima di mezza stagione con i formaggini della Valle di Muggio.

Per la terza edizione è prevista una simpatica novità per clienti. Agli ristoranti iscritti la Sandro Vanini SA di Rivera ha offerto un certo quantitativo di vasettini di mostarde purée da servire con i piatti di formaggi misti da regalare ai buongustai, sino a esaurimento. Clienti che sono invitati a fotografare i piatti e a mandarli via e-mail a ticinoatavola@gmail.com con l’indicazione del ristorante e del nome del piatto a base di formaggio che hanno scelto. Sarà estratto un premio tra i ristoranti e tra i clienti.

Ricordiamo, infine, anche la quarta edizione di Caseifici Aperti che avrà luogo il 6 e 7 maggio; iniziativa voluta e promossa dal Dipartimento delle finanze e dell’economica del Cantone Ticino, tramite la Sezione dell’agricoltura.