I protagonisti della nostra terra

Aperto il bando di concorso per il Prix Montagne 2017

Anche quest’anno, gli imprenditori che contribuiscono all’economia e all’occupazione nelle regioni di montagna svizzere possono concorrere per aggiudicarsi i 40’000 franchi del Prix Montagne. Le candidature possono essere inoltrate fino al 30 aprile.
Nel 2017, il Prix Montagne sarà conferito per la settima volta dal Gruppo svizzero per le regioni di montagna (SAB) e dall’Aiuto Svizzero alla Montagna. Con il premio di 40’000 franchi, si intende riconoscere il merito di imprenditori e imprenditrici che da almeno tre anni contribuiscono all’economia, alla creazione di posti di lavoro o alla diversificazione delle strutture economiche nelle regioni di montagna. Dal 2011 sono stati candidati 39 progetti:
«Sono tutti molto diversi tra loro, benché abbiano una caratteristica comune: il successo economico e il grande valore aggiunto per il loro territorio», ha dichiarato Bernhard Russi, Presidente della giuria. «In questo modo, i promotori contribuiscono notevolmente al rafforzamento delle nostre regioni di montagna.»


Anche le regioni periferiche hanno successo

L’anno scorso, il Prix Montagne è stato assegnato alla Gomina AG di Niederwald, nel Canton Vallese, che dal 1974 è un importante datore di lavoro nel distretto di Goms. La ditta è specializzata nella produzione di seghe e lime di alta precisione per la chirurgia ossea utilizzate nelle sale operatorie di tutto il mondo, e offre un impiego a 35 collaboratori. «La Gomina AG ha dimostrato che anche nelle aree periferiche è possibile ottenere successo economico e creare posti di lavoro, esattamente quello che intendiamo premiare con il nostro riconoscimento», spiega ancora Berhard Russi. «Anche quest’anno, siamo alla ricerca di progetti che siano di ispirazione a chi vive nelle regioni di montagna.»


Premiazione a inizio settembre

Il termine di inoltro delle candidature è il 30 aprile, dopodiché la giuria selezionerà la rosa dei finalisti che presenzieranno alla premiazione. La condizione necessaria per essere ammessi è che il progetto sia affermato dal punto di vista economico da almeno tre anni. Vengono altresì valutati fattori come l’impatto sulla creazione di valore aggiunto, la messa a disposizione di posti di lavoro, la diversificazione delle strutture economiche nella regione e l’esemplarità. Il 5 settembre, in occasione della premiazione che si terrà a Berna sarà reso noto il nome del vincitore a cui verrà assegnato il premio di 40’000 franchi.

 

PrixMontagne: i vincitori dal 2011 al 2016


Vincitore 2016: Gomina AG, Niederwald/VS

Specializzata in seghe e lime di alta precisione per la chirurgia ossea, un’attività che in questa regione periferica dà lavoro a 35 collaboratori, la Gomina è il più grande datore di lavoro attivo tutto l’anno nel distretto di Goms. I suoi prodotti vengono venduti in quattordici paesi, oltre che in più di una quarantina di ospedali svizzeri.

Vincitore 2015: servizi domestici delle contadine urane, Altdorf/UR

Nel Canton Uri, oltre al loro lavoro in fattoria, 75 contadine svolgono servizi domestici professionali: si occupano per esempio di bambini e anziani, cucinano, danno una mano con le faccende domestiche e le pulizie, e forniscono specialità del posto in occasione di eventi particolari.

Vincitore 2014: La Cavagne, Troistorrents/VS

Nel dialetto di Val-d’Illiez, la cavagne è un cesto di vimini intrecciati, ma è anche il nome del negozio dell’omonima cooperativa del Vallese inferiore che riunisce quaranta produttori della regione. Nel 2013, è stato aperto un secondo negozio.

Vincitore 2013: Festival Musikdorf Ernen, Ernen/VS

Il Festival Musikdorf Ernen è da quarant’anni un punto d’incontro per artisti e amanti della musica da tutto il mondo. Durante sei settimane l’anno, il villaggio si anima di concerti ed eventi letterari. Il soggiorno nella pittoresca località vallesana è molto apprezzato, come dimostrano gli oltre 6000 biglietti venduti nel 2015.

Vincitore 2012: erlebniswelt muotathal, Muotathal/SZ

Il progetto erlebniswelt muotathal GmbH offre ai turisti esperienze qualitativamente valide a contatto con la natura. L’attrazione principale sono le magnifiche gite in slitta trainata da cani.
Il progetto impiega attualmente sette persone a tempo pieno, oltre 35 a tempo parziale e contribuisce in modo determinante all’economia regionale.

Vincitore 2011: coltivazione di orzo da birra Gran Alpin, Tiefencastel/GR

35 agricoltori grigionesi si sono organizzati nella cooperativa Gran Alpin iniziando a coltivare con successo orzo da birra biologico a oltre 1000 metri di altitudine per assicurarsi importanti entrate supplementari e fornire un contributo alla biodiversità. Questo orzo di qualità viene venduto a birrifici svizzeri che lo utilizzano per produrre gustose birre. Oggi, la cooperativa Gran Alpin comprende quasi un centinaio di produttori di cereali.

Prix Montagne: i criteri
Al concorso per il Prix Montagne possono partecipare progetti documentati che comportano risultati tangibili per le regioni di montagna svizzere. La valutazione dei progetti avviene in base ai seguenti criteri:
- successo economico da almeno tre anni;
- contributo alla creazione di valore aggiunto, all’occupazione e alla diversificazione delle strutture economiche nelle regioni di montagna;
- potenzialità di essere riprodotti e sviluppati in altre regioni montane (carattere di esemplarità).

La documentazione dettagliata del bando di concorso è disponibile su www.berghilfe.ch/prixmontagne. Le candidature possono essere inoltrate da subito con il riferimento «Prix Montagne 2017» alla segreteria del Gruppo svizzero per le regioni di montagna (SAB), Seilerstrasse 4, casella postale, 3001 Berna, e la copia digitale all’indirizzo e-mail info@sab.ch.

Prix Montagne: la giuria
- Bernhard Russi (Presidente), ex sciatore, consulente
- Jean-Claude Biver, Presidente CdA della Hublot SA
- Hans Rudolf Heinimann, professore di ingegneria forestale al Politecnico di Zurigo
- Peter Niederer, responsabile dei progetti regionali SAB
- Jean-François Roth, Presidente di Svizzera Turismo
- Sandra Weber, sindaca di Hasliberg/BE
- Kurt Zgraggen, responsabile progetti e partenariati dell’Aiuto Svizzero alla Montagna

Il Gruppo svizzero per le regioni di montagna (SAB) si impegna per lo sviluppo sostenibile delle regioni montane e delle zone rurali della Svizzera, tutelandone gli interessi a livello politico. www.sab.ch

L’Aiuto Svizzero alla Montagna è una fondazione finanziata da donazioni che mira a
migliorare le basi dell’esistenza e le condizioni di vita della popolazione montana svizzera, sostenendola in base al principio dell’aiuto all’autoaiuto. www.berghilfe.ch