I protagonisti della nostra terra

Lega contro il cancro: Perché è importante la diagnosi precoce del cancro intestinale a partire dai 50 anni

Il cancro intestinale è uno dei tumori maligni più frequenti in Svizzera. Ma se viene scoperto in una fase iniziale spesso è curabile. Pertanto, la Lega contro il cancro raccomanda a donne e uomini dai 50 anni di età di sottoporsi agli esami di diagnosi precoce. Alcuni Cantoni offrono già programmi di questo tipo.

Spesso il cancro intestinale negli stadi iniziali non causa alcun disturbo. I suoi sintomi si manifestano solitamente dopo diversi anni, quando il tumore è progredito e magari ha già formato metastasi. La prognosi dipende in particolare dallo stadio del tumore al momento della diagnosi. Se è ancora limitato all'intestino, spesso è possibile trattarlo con successo.
Perciò è importante riconoscerlo precocemente: la diagnosi precoce può salvare vite e viene giudicata utile da molti specialisti per le persone dai 50 anni di età, quando aumenta la frequenza del tumore. Di conseguenza, la Lega contro il cancro raccomanda a donne e uomini a partire dai 50 anni di sottoporsi regolarmente agli esami di diagnosi precoce del cancro intestinale.


I metodi di diagnosi precoce

I due metodi più impiegati per la diagnosi precoce del cancro intestinale sono il test per l’individuazione di sangue nelle feci (test delle feci) e la coloscopia. Semplice da eseguire, il test delle feci, può essere richiesto dal medico o in molte farmacie. Evidenzia anche tracce di sangue non visibili (il cosiddetto sangue occulto) nel materiale fecale, che possono essere segno di un cancro intestinale o di un suo possibile precursore, un polipo intestinale. Il sangue nelle feci può però avere altre origini, perciò un riscontro positivo esige ulteriori accertamenti tra cui una coloscopia (endoscopia dell’intestino). La coloscopia è considerata il metodo più attendibile per la diagnosi di un cancro intestinale e dei suoi precursori. Introducendo un tubo flessibile dotato di una piccola telecamera è possibile visualizzare l'interno del canale intestinale. Questo metodo consente di individuare con elevata sicurezza polipi e sospetti tumori, e nel caso dei polipi si può procedere alla loro asportazione. La coloscopia è eseguita soltanto da specialisti e di solito è indolore.


Le casse malati rimborsano i costi della diagnosi precoce

In linea di principio, per le persone tra i 50 e i 69 anni l’assicurazione malattia di base si assume i costi di un test del sangue occulto nelle feci ogni due anni o di una coloscopia ogni dieci anni. Gli esami non sono esenti dalla franchigia né dall'aliquota percentuale a carico dell’assicurato. Con l’introduzione di programmi sistematici di diagnosi precoce (screening) i Cantoni possono richiedere l’esenzione dalla franchigia, come avviene già nei Cantoni di Uri e Vaud, nei quali le persone che partecipano a tali programmi non pagano alcuna franchigia.


Un uomo su sedici si ammala di cancro intestinale

Il cancro intestinale è uno dei tumori maligni più frequenti in Svizzera. In quasi la totalità dei casi colpisce l’intestino crasso, o colon. Ogni anno viene diagnosticato a 4200 persone e provoca 1700 decessi. Il rischio di sviluppare un cancro intestinale nel corso della vita è del 6,3 per cento negli uomini e del 4,7 per cento nelle donne. In altre parole, circa un uomo su sedici e una donna su ventuno si ammala prima o poi di cancro dell’intestino. (Fonte: NICER)


Uno stile di vita sano riduce il rischio di cancro

Purtroppo non esiste una protezione garantita dal cancro intestinale. Tuttavia, uno stile di vita sano può ridurre il rischio di ammalarsi, ossia seguire un’alimentazione equilibrata, fare movimento, mantenere il peso nella norma, evitare di fumare e bere alcol con moderazione. L'attività fisica ha molteplici ripercussioni positive: dà slancio al metabolismo, aiuta a ridurre lo stress, rafforza il sistema immunitario e attiva apparato digestivo. Studi dimostrano che muoversi a sufficienza riduce il rischio di ammalarsi di cancro intestinale.


Il programma di diagnosi precoce ora anche in Ticino

Alcuni Cantoni stanno testando l’introduzione di programmi sistematici di diagnosi precoce del cancro intestinale, in cui uomini e donne dai 50 anni di età sono sistematicamente invitati a sottoporsi a un esame di riconoscimento precoce. Programmi simili esistono già nei Cantoni di Uri e Vaud. Dal 6 marzo anche il Canton Ticino ha avviato un programma pilota. Altri Cantoni iniziano a muoversi in tal senso.


Materiale informativo sul cancro intestinale

La Lega contro il cancro organizza un’azione dal 20 marzo al 3 aprile 2017 con un film proiettato in circa 500 farmacie e drogherie per informare sull’importanza della diagnosi precoce del cancro intestinale. Dateci una mano: inserite un link al film sulla vostra homepage. L'indirizzo è www.legacancro.ch/videointestinale. Inoltre è possibile scaricare gratuitamente opuscoli come «La diagnosi precoce del cancro intestinale» e diverse schede informative nel nostro sito web: www.legacancro.ch/cancrointestino