I protagonisti della nostra terra

Paradiso conta 4808 residenti a fine 2016: gli Svizzeri sono 1984 e gli stranieri 2824

Sono disponibili i nuovi dati sullo stato della popolazione nel Comune di Paradiso per il 2016.

Al 31 dicembre 2016 lo stato della popolazione nel Comune contava complessivamente 4808 persone di cui 4168 residenti stabili. Nel 2015 il totale era di 4822, di cui residenti stabili 4158, dunque una diminuzione di 14 abitanti. Gli attinenti di Paradiso sono 632 (-1 rispetto al 2015), altri Ticinesi 718, i Confederati domiciliati 433, gli Svizzeri per soggiorno lavoro 48 e per vacanze 153. Gli stranieri domiciliati sono 1115 (+45) e i dimoranti 1270 (-21), mentre gli stranieri in soggiorno di lavoro o studio 112 (-6) e per vacanze 327.

In totale, i cittadini svizzeri sono 1984 abitanti nel 2016 (nel 2015 erano 2006, -22) gli stranieri, invece, con 2824 aumentano di 8, rispetto al 2015 quando erano 2816. Per fare un raffronto con il passato, nel 2002 Paradiso contava 4181 abitanti, 1892 Svizzeri e 2289 stranieri.

Una curiosità concerne gli ultra 95enni che a Paradiso contano ben 29 persone di cui 24 donne e 5 uomini.

Nel 2016 sono state 21 le naturalizzazioni, in calo costante, con una diminuzione di 12 unità rispetto al 2015 (33).

Un dato che si evidenzia è il totale degli arrivi in un anno di 1254 rispetto ai 1375 del 2015 (-121) con un totale delle partenze di 1268 (1334 nel 2015), mentre la crescita demografica dipende dal movimento migratorio, oltre al movimento naturale delle nascite che nel 2016 sono state 54 (46 nel 2015, +8). I matrimoni sono stati 32 (-3) e i decessi 53 (-6).

Al 31 dicembre 2016, gli appartamenti occupati erano 2617 contro i 2598 del 2015 su un totale di 2913 (erano 2857 nel 2015) di cui 296 risultavano liberi (259 nel 2015). Va anche sottolineato come il totale degli appartamenti a uso commerciale occupati nel Comune a fine 2016 sia di 383 unità, rispetto ai 370 del 2015.

Il tema dei dati relativi alla popolazione riveste storicamente un ruolo centrale nell'ambito della statistica pubblica, per aggiornare lo stato e la struttura della popolazione, studiarne i movimenti, e mettere a punto le più opportune politiche sociali, della sicurezza e salvaguardare il benessere pubblico e la qualità della vita.