I protagonisti della nostra terra

Da monte a valle, sui binari oggi sfreccia "La Sassellina" della TPL

Alle 12.20 di questa soleggiata domenica la prima vettura della Funicolare Lugano Stazione, dopo quasi due anni e mezzo di sosta, ha ripreso a sfrecciare sui binari facendo il suo debutto in Piazza Cioccaro. Ad accoglierla un ampio pubblico accorso per l'occasione con l'intento di festeggiare il ritorno di un collegamento storicamente rilevante tra il Centro Città e la stazione che oggi si presenta ancora più accessibile, pratico e sicuro.

 

In Piazza Cioccaro i preparativi sono iniziati presto questa mattina per dare il benvenuto alla nuova Funicolare Lugano Stazione. Un impianto ed un tracciato completamente rinnovati che sono stati oggi presentati alla popolazione ed inaugurati dinnanzi alle autorità e ai media. Il taglio del nastro, che ha aperto ufficialmente la nuova Funicolare, si è svolto in tarda mattinata presso la fermata a monte nella Stazione di Lugano, un contesto già al centro dell'attenzione poiché anch'essa inaugurata stamane e stazione di destinazione del primo treno in arrivo dalla  Galleria di Base del S. Gottardo.

Con gli occhi puntati su un maxi schermo, appositamente montato per l'evento nel cuore di Piazza Cioccaro, i presenti a valle hanno potuto assistere alla cerimonia di inaugurazione della Funicolare che, secondo l'Onorevole Angelo Jelmini, Municipale e Presidente della Trasporti Pubblici Luganesi (TPL), rappresenta un momento epocale per Lugano che da tempo investe nel potenziamento delle sue vie di comunicazione sulla base di una visione di riorganizzazione della mobilità locale in cui la Città sarà sempre più interconnessa grazie ad una rete di trasporto pubblico sviluppata e moderna. In questo contesto si inserisce il progetto di rinnovo della Funicolare, inaugurata nel lontano 1886, che oggi si presenta al pubblico in una vesta completamente nuova. Perché è di questo che si tratta, un rinnovo a 360° che, come ricorda Roberto Ferroni, Direttore della TPL, nel suo discorso inaugurale, ha interessato non solo le vetture e l'impianto della Funicolare ma tutte le infrastrutture esterne che hanno richiesto importanti opere di genio civile. Due anni e mezzo in cui TPL e tutti gli attori coinvolti hanno lavorato sodo per restituire ai Luganesi e a tutti  gli utenti una Funicolare tecnologicamente all'avanguardia, più capiente, più sicura e accessibile (sono state eliminate tutte le barriere architettoniche al fine di favorire l’accesso con sedie a rotelle e carrozzine).

Al termine degli interventi istituzionali e dopo la benedizione al nuovo impianto impartita direttamente dal Vescovo di Lugano Valerio Lazzeri, il fatidico taglio del nastro ha aperto ufficialmente la rinnovata Funicolare Lugano Stazione che ha ospitato per primi sulle sue vetture i partecipanti alla cerimonia di inaugurazione, tra cui Claudio Zali, Consigliere di Stato e Direttore del Dipartimento del Territorio, e Marco Borradori,  Sindaco della Città di Lugano, giunti a valle in un minuto e mezzo. Ad attendere la prima vettura in Piazza Cioccaro i Luganesi ed i passanti che, animati dalla simpatia del presentatore Fabrizio Casati, hanno dato un caloroso benvenuto alla Funicolare con applausi ed il rilascio in cielo di palloncini verdi e blu. Un clima particolarmente caloroso in Piazza Cioccaro che, per l'occasione, è diventata teatro di una vera e propria festa con cui TPL ha voluto coinvolgere Lugano rappresentata ufficialmente dal suo primo cittadino Marco Borradori. Borradori, sul palco, ha preso la parola sottolineando come la riapertura del nuovo impianto rappresenti un momento cruciale per Lugano dove gli interventi di riorganizzazione della mobilità sono vitali per lo sviluppo della città e dell'intera regione; un ulteriore passo avanti per Lugano che si presta sempre più a delinearsi come un punto centrale di collegamento fra gli agglomerati ticinesi, svizzeri ed europei.

Il coinvolgimento generale che ha pervaso la piazza era già emerso nei mesi passati con il concorso indetto dalla TPL volto a dare un nome alla nuova Funicolare che ha generato oltre 2'000 proposte. Il nome vincitore è stato svelato in Piazza Cioccaro verso l'ora di pranzo quando sul palco è stato chiamato il suo ideatore, Francesco Gilardi, che proponendo "La Sassellina" in ricordo del Sassello, il vecchio quartiere di Lugano ormai scomparso adiacente la Funicolare, ha ottenuto il favore della giuria incaricata di valutare le proposte pervenute.

Terminata la premiazione, i festeggiamenti hanno preso il via e la piazza si è animata sulle note della rinomata artista ticinese Charlie Roe che i presenti hanno potuto ascoltare sorseggiando una calda zuppa offerta. A seguire, nel pomeriggio, Ueli Sutter, Capo vendita di Garaventa, impresa svizzero-tedesca che ha svolto i lavori di rinnovo dell'impianto, ha consegnato un campanaccio al Direttore della TPL Roberto Ferroni, dono simbolico che, fatto suonare energicamente, ha decretato l'inizio delle corse della nuova Funicolare. Successivamente, sul palco, la band Gli Amici di Rosalina ha intrattenuto i presenti con un'esibizione spumeggiante accompagnata a lato dalla distribuzione di castagne offerta da BancaStato, sostenitore dell'evento.

La festa, che si è protratta per tutto il pomeriggio, ha rappresentato anche l'occasione per scoprire qualche curiosità sulla Funicolare grazie ad uno stand TPL appositamente allestito con pannelli informativi e gadget di ricordo dell'evento. Non solo, a partire dalla 13.45, con l'intento di far toccare direttamente con mano alla popolazione il nuovo impianto, chiunque lo desiderava ha potuto viaggiare in Funicolare a titolo completamente gratuito per il resto della giornata.